Le prime medie a Cogne

Anche quest’anno anno, il nostro Istituto ha invitato le classi prime della scuola secondaria all’esperienza di una “due giorni” nella natura. Questa uscita didattica, proposta subito all’avvio dell’anno scolastico, vuole essere un’esperienza forte di amicizia: nella fatica di un’escursione e nella gioia del condividere tempo e spazio del quotidiano si pongono le radici per il percorso di classe che attende durante l’anno.
Con questo spirito, giovedì 21 settembre i nostri alunni sono partiti di buon mattino. Caricati zaini, sacchi a pelo ed entusiasmo, lasciati a terra libri, quaderni e raccomandazioni dei genitori, i ragazzi si sono diretti verso la Val d’Aosta accompagnati da 4 insegnanti, l’immancabile Giorgia e due guide esperte dell’associazione “Panda Trek”, che da anni segue la nostra scuola in questo progetto.
Prima tappa del viaggio è stato Point Saint Martin, nella bassa valle. Il ponte, che faceva parte della strada romana delle Gallie, è considerato una delle opere più solide e audaci costruite dai Romani. Audaci sono stati anche i nostri giovani, che hanno attraversato il ponte nonostante da secoli circolino su di esso spaventose leggende…
In piena mattinata, l’esperienza ha assunto un carattere più culturale. Le guide, dopo averci dato informazioni idrogeologiche sulla valle, ci hanno condotto alla visita del Castello di Fénis, il più famoso tra i castelli medievali valdostani. Qui, tra torri e affreschi, colombaie e figure apotropaiche, c’è stato spazio per un pasto nei prati verdi e un doppio torneo di calcio e volley con i prof!
Nel primo pomeriggio, la prima vera escursione. Qui la montagna ci ha offerto un grande insegnamento: più alta la salita, più grande la ricompensa. Infatti, dopo aver percorso un discreto dislivello in una camminata di circa trenta minuti, ecco davanti ai nostri occhi le magnifiche Cascate di Lillaz, rese ancora più spettacolari dai giochi di luce e dai riflessi che un cielo e una flora dal sapore tardo-estivo hanno saputo regalarci.
Nel tardo pomeriggio il gruppo ha soggiornato presso il Villaggio Alpino Don Bosco, una struttura ampia e accogliente, che ha fatto la gioia di tutti noi, desiderosi di una doccia, di un po’ di relax e, soprattutto, di un pasto confortevole! Probabilmente i montanari doc non si nutrono di lasagne, carne alla valdostana, patatine e dolci alla nutella, ma nessun allievo ha contestato il gentile strappo alla regola concesso dagli albergatori! La serata si è conclusa con bizzarri giochi di forme e travestimenti, animati dai nostri professori e dalle guide.
La mattina del 21 settembre un cielo limpido ci ha offerto un’alba da cartolina, con i primi raggi del sole che colpivano con leggerezza il maestoso Monte Bianco. E proprio ai suoi piedi dovevano giungere i nostri eroi; l’intera giornata è stata dedicata ad un’escursione per la Valnontey.
I ragazzi hanno concluso la gita riflettendo sul valore di quanto appena vissuto e su ciò che hanno scoperto di nuovo da questa esperienza. C’è chi ha conosciuto nuovi compagni, chi ha consolidato vecchi legami e chi ha scoperto che gli insegnanti, in fondo, sono degli esseri umani come loro, a tratti perfino simpatici e divertenti!
Con la Val d’Aosta nel cuore, i ragazzi sono giunti a Cusano nel tardo pomeriggio, forgiati dall’avventura, pronti per il loro cammino nella scuola media!