Cogne, la gita delle prime medie

Come ormai è tradizione, la nostra scuola a fine settembre propone per le classi prime della scuola secondaria un’esperienza di due giorni a contatto diretto con l’ambiente naturale della montagna. Si tratta di una uscita didattica importantissima, durante la quale i nostri alunni di prima media seminano il seme dell’amicizia che poi crescerà e maturerà nel corso dei tre anni. Consapevoli dell’importanza di questa esperienza, giovedì 20 settembre 2018 con i nostri alunni siamo partiti di buon mattino, insieme a quattro insegnati, le due coordinatrici della classe 1°A e 1°B, Riccardo (super accompagnatore) e due guide esperte dell’associazione “Panda Trek”, che ormai fedelmente ogni settembre ci seguono in questo progetto. Salutati i genitori, ricevute le ultime raccomandazioni, caricati sul pullman zaini e sacchi a pelo, l’avventura è cominciata! Prima tappa Point Saint Martin, nella bassa Valle d’Aosta. Il ponte, che faceva parte della strada romana delle Gallie, è considerato una delle opere più solide e audaci costruite dai Romani. Le guide poi ci hanno condotto alla visita del Castello di Fénis, il più famoso tra i castelli medievali valdostani. La guida del castello ci ha mostrato torri e affreschi, colombaie e figure apotropaiche nascoste. Consumato il nostro pasto al sacco, c’è stato anche spazio per una partita di calcio e di pallavolo.
Nel pomeriggio, scarponcini ai piedi, tutti insieme affrontiamo una camminata di circa trenta minuti per raggiungere le Cascate di Lillaz.
Raggiunto il Villaggio Alpino Don Bosco ancora momenti di gioco insieme immersi nella natura, doccia e cena tutti insieme, assaporando un’ottima pasta con il ragù, carne, patatine, budino e frutta. Le nostre guide esperte hanno organizzato per noi dei giochi per la serata e ci hanno insegnato che non c’è niente di più serio del gioco! Se non si seguono le regole infatti, anche il gioco più divertente e ben pensato, non riesce. Dopo una storia sull’animale simbolo del Gran Paradiso, lo stambecco, tutti dritti a letto.
La mattina seguente, dopo un’abbondante colazione e dopo aver ritirato il nostro pasto al sacco, inebriati dall’aria pungente del mattino, abbiamo cominciato la nostra escursione per la Valnontey. Durante la camminata le nostre guide rispondevano con pazienza alle numerose e curiose domande degli alunni in merito a natura e la biodiversità. Giunti ad un bosco di larici e abeti gli alunni, incoraggiati dagli accompagnatori, hanno dovuto abbracciare un albero, sentendo e percependo tutta la sua forza, delicatezza e importanza e scoprendo il rispetto che la natura necessita da parte di ognuno di noi. Infine tutti insieme, in un torrentello di acqua gelida ci siamo bagnati i piedi, un altro momento liberatorio e divertente di contatto “diretto” con la natura!
Siamo tornati all’autobus che ci avrebbe riportati a Cusano, ricchi di nuove conoscenze, amicizie e speranze per l’inizio del nuovo anno scolastico insieme.